Giovani
Giovani » Scrittori romagnoli per ragazzi » Franca Renata Flamigni

Franca Renata Flamigni

Renata Franca Flamigni è nata tanti anni fa a Spilimbergo, fra la neve, le montagne, i prati fioriti con i loro profumi che non credeva di ricordare così bene.

Ha vissuto per circa 10 anni a Lugo, città della Romagna contornata da campi e filari di viti, trascorrendo vacanze estive indimenticabili dai nonni, nella campagna della bassa ferrarese, arrampicata sugli alberi a coglier ciliegie o a saltar sui carri colmi di fieno. Tanti e tanti i personaggi conosciuti, fonte di ispirazione futura, fra i quali, galline, mucche, rane, maiali, gatti, cani, ecc.

All'età di 15 anni è tornata a vivere a Forlì, terra d'origine della famiglia paterna, dove ha messo radici, una città che si sta evolvendo, piena di idee, a due passi dall'incanto del mare e, altrettanto, dalle colline dense di storie e leggende.

Insegnante per oltre 30 anni durante i quali ha cercato di dare risposte ai bisogni dei bambini, ama leggere ed aggiornarsi. Ha cominciato a scrivere quasi per caso poesie per adulti e fiabe, crede nell'importanza di fantasia e immaginazione come stimolo alla creatività; ha partecipato a diversi concorsi letterari con premi ed apprezzamenti, non ultimo il 2° premio al concorso letterario internazionale in lingua italiana 2006 "Una favola per la pace" indetto da International Peace Bureau- Regione Emilia Romagna- Regione Toscana- Città di Lugo.  

Ha pubblicato diversi libri per l'infanzia con la Società Editrice Il Ponte Vecchio: "Celeste Cleo", "Il Dinosauro goloso", "La Bambina extraterrestre", "Baby Wolf piccolo lupo", "Capitan Tempesta", "Il Principino che non voleva andare a scuola", "La furba Pepe".

Le sue storie, continuamente tarate, contengono, fra le righe, messaggi positivi di vita, d'educazione e di rispetto ecologico; presentano gli ambienti, coi quali è venuta a contatto ma anche quelli lontani e sconosciuti che fanno da sfondo alla sua curiosità di sognatrice. Interpreti privilegiati sono gli animali-bambini che s'incontrano e si scontrano con le varie problematiche umane.

Attraverso gli occhi degli ascoltatori Renata Franca coglie i passi ed i colori dei racconti, alcuni dei quali "mettono la tremarella" perché ai giovani lettori piace confrontarsi con le paure per riderne poi; nei contenuti dei libri suggerisce il superamento degli stereotipi attraverso tentativi di libertà di pensiero ed azione, tenendo conto dei crucci e problemi coi quali convivere. L'autrice non mette mai solo semplici parole sulle pagine che scrive ma i suoi ricordi, quelli degli altri e dei tanti bambini/e che le hanno fatto da suggeritori.

Franca Renata Flamigni